Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_baghdad

Cooperazione culturale

 

Cooperazione culturale

Promozione della cultura italiana in Iraq

L’Ambasciata d’Italia svolge in Iraq un’importante azione in materia culturale, condotta sulla base dei seguenti obiettivi:

1. Sostenere la tutela e la valorizzazione del patrimonio archeologico locale;

2. Far conoscere ed apprezzare il nostro Paese presso il pubblico iracheno attraverso manifestazioni ed eventi artistici;

3. Fornire strumenti per contribuire allo sviluppo della società irachena e in particolare dei giovani.

1. Tutela e valorizzazione del patrimonio archeologico iracheno.


Nell’ambito delle attività di cooperazione allo sviluppo promosse dal Ministero ogni anno vengono finanziate in Iraq missioni archeologiche a guida italiana e importanti progetti di restauro, oltre che corsi di formazione e workshop per archeologi e restauratori.

Fin dagli anni Sessanta, con l’apertura dell’Istituto Italo-Iracheno di Scienze Archeologiche e del Centro Italo-Iracheno per il Restauro dei Monumenti, numerosi archeologi e ricercatori italiani hanno prestato assistenza all’Iraq nella tutela del patrimonio culturale.

Dal 2003, nonostante la chiusura dei due Istituti,  l’Italia ha continuato a giocare un ruolo di primo piano nella ricerca dei beni trafugati o perduti durante gli eventi bellici, contribuendo al ritrovo di 2.450 pezzi, e ha partecipato alla ricostruzione con importanti interventi di ripristino e di restauro dei principali musei del Paese.

La prossima riapertura di un Centro Italo Iracheno di formazione nel campo dell’archeologia e del restauro costituisce uno degli obiettivi prioritari della collaborazione in atto tra Italia e Iraq.



2. Promozione della cultura e della lingua italiana

Nonostante le difficili condizioni di sicurezza, l’Ambasciata d’Italia svolge in Iraq un’importante attività di promozione della lingua italiana, attraverso il sostegno al Dipartimento di Italianistica dell’Universita’ di Baghdad, e della cultura.

Nel 2013 ricorre l’Anno di Baghdad Capitale della Cultura del Mondo Arabo: nell’ambito dei numerosi eventi in programma per celebrare la ricorrenza, l’Italia è pronta contribuire sia con un proprio calendario di eventi sia aderendo alle manifestazioni internazionali in programma, con l’obiettivo di valorizzare e divulgare presso il pubblico iracheno la nostra tradizione artistica e far scoprire ed apprezzare le nostre eccellenze nazionali.

Le manifestazioni culturali italiane avranno luogo ad ottobre. Il programma delle manifestazioni, in corso di definizione, sarà’ dedicato alla varietà delle nostre tradizioni regionali, alla valorizzazione dei risultati ottenuti nella cooperazione in campo scientifico ed archeologico e prevedrà anche spettacoli dal vivo in ambito musicale e teatrale.


3. Opportunita’ di studio e formazione

Nella consapevolezza del ruolo fondamentale che la cultura può giocare nella crescita di un Paese, l’Ambasciata e’ impegnata a favorire lo sviluppo dell’Iraq puntando sulla formazione dei giovani, attraverso la selezione di candidati alle borse di studio offerte dal Ministero degli Affari Esteri  e della Cooperazione Internazionale e dalle universita’ italiane a cittadini stranieri, il sostegno al sistema universitario iracheno e alla sua internazionalizzazione, e progetti di formazione professionale (oltre che nel campo dell’archeologia e restauro, sei settori dell’agricoltura e dell’ agro-industria, dell’elettricità, del petrolio, delle risorse idriche, dei trasporti). 


40